I Vini “Le Tregge”

I Vini “Le Tregge”

 

L’Azienda Agricola Paola Secchioni nasce pochi anni or sono, nella tenuta di famiglia, incastonata in un angolo della campagna toscana, al confine tra le provincie di Livorno e di Pisa. Il figlio della proprietaria, Gianluca Mannucchi, che già si stava dedicando all’attività ricettiva all’interno della villa con camere e ristorazione dedicata ai solo clienti alloggiati, prende in cura le circa 1900 barbatelle di Merlot piantate (su una superficie di circa 0,7 ettari) anni prima dai propri genitori, con l’intento di offrire, oltre alle camere ed alle cene tutte a base di prodotti locali (carne, primi piatti, salumi, formaggi, etc), un vino “proprio”.

La particolare ambientazione della vigna (leggero declivio, esposta al sole praticamente per tutta la giornata e situata in uno dei 4 quadranti del terreno di proprietà, a fianco di un uliveto, un bosco ed una pineta) consente di ottenere un frutto gradevole e con caratteristiche particolari, denotanti la tipicità del luogo.

Seguito e coadiuvato da un agronomo per le attività di “vigna” e da un enologo per le attività di “cantina”, Gianluca si prende cura di tutte le fasi della produzione (che avvengono interamente all’interno della tenuta); la produzione è piccola (circa 2.000/2.500 bottiglie per annata) e proprio per questo seguita con cura e passione dagli stessi produttori.

Durante la primavera e l’estate la vigna viene monitorata; le piante vengono potate a mano (ad una ad una) e sulle stesse vengono effettuati passaggi con solo rame; poi, quando si arriva alla giusta maturazione, si effettua la vendemmia a mano, situando i grappoli in ceste (max. 10 Kg. di uva per cesta), dalle quali gli stessi vengono avviati alla diraspatura prima e nelle vasche poi, dove arrivano ancora molti integri.

Tutte le operazioni successive avvengono nella cantina situata all’interno della proprietà e tutte per mano del produttore stesso.

La vinificazione avviene in vasche inox tramite fermentazione con lieviti spontanei; la macerazione sulle bucce dura dagli 8 ai 12 giorni, con alternanza tra rimontaggi e follature, a seconda delle esigenze. Dopo di che viene effettuata la svinatura a cui fa seguito una leggera pressatura.

Durante l’inverno il vino rimane nelle vasche inox fino a che, a fine primavera/inizio estate (in modo da far prendere tutti i profumi stagionali della campagna) avviene l’imbottigliamento in bottiglie bordolesi lunghe.

In alcune annate, a seconda dell’esame visivo dei grappoli nelle settimane precedenti la vendemmia, la parte di uve provenienti da uno specifico settore della vigna vengono immesse, dopo la sfecciatura delle fecce grosse, in barrique di II e III passaggio all’interno delle quali avviene la fermentazione malolattica. Dopo un periodo dai 3 ai 6 mesi (a seconda delle nostre esaminazioni), il vino dalle barrique viene imbottigliato in bordolesi lunghe, dove rimane per altri 2/4 mesi prima di essere immesso sul mercato.

Scopri di più sui nostri vini cliccando sulle foto:

Margutte Merlot Le TreggeMelot Le tregge

 

 

Comments

    Post Comment