Volterra

volterra
A 60 Km di auto da Villa Tregge sorge Volterra, un borgo che, intorno alla metà del I° millennio Avanti Cristo, conobbe un’era di notevole potenza. Infatti essa, oltre a far parte della Confederazione Etrusca insieme alle undici consorelle, ebbe rispetto alle altre località confederative una resistenza più lunga allo strapotere di Roma, protetta com’era dalla sua posizione collinare e dalle possenti mura.
Anzi, Volterra ebbe sempre buoni rapporti con Roma finchè, dovendo scegliere con chi schierarsi tra Silla e Mario, scelse quest’ultimo; Silla, trionfando su Mario decise perciò di assediare, espugnare e saccheggiare Volterra attorno all’80 A.C., togliendo ai superstiti il diritto di cittadinanza.
Da lì in avanti Volterra, con alterne vicissitudini, cadde un po’ nell’oblio finchè il Governo dei Longobardi la fece rinascere.
Volterra prende il nome da Velàthri che poi era la sua denominazione nel periodo etrusco: è un paese interessantissimo da visitare perchè ha svariate attrattive turistiche e, soprattutto, sono ben conservate.
La visita non può prescindere dall’Acropoli, dove sono presenti le fondamenta di due templi, vari edifici, svariate cisterne, numerosi ipogei (utilizzati per la sepoltura dei defunti) e rovine romane (su tutte il Teatro ad emiciclo).
Altre bellezze a cui dare attenzione sono sicuramente la Porta all’arco e la Porta Diana; senza dimenticare la Fortezza Medicea e la Piazza dei Priori, vero e proprio centro del paese e sede del Palazzo dei Priori.
E ovviamente da vedere è il Duomo, costruito, in stile romanico, tra il XII ed il XIII secolo e con l’interno restaurato nell’800. Di fronte al Duomo si trova il Battistero di San Giovanni, edificato nel 1200, a pianta ottagonale, con pareti decorate secondo la classica bicromia dei marmi bianchi e verdi tipica delle costruzioni romaniche, sormontato da una cupola.

Element

Become a Member


Continue